Passa ai contenuti principali

Come resettare la password dell'unico utente di Windows7

Dimenticarsi le password è uno sport mondiale, ma se l'errore è fatto dopo il primo avvio di windows 7 la cosa diventa un bel po' complicata! anche perché non si possono utilizzare tutti gli strumenti presenti per Windows!

Niente panico il pinguino aiuta sempre con il fantastico programma: CHNTPW (se vi interessa descrizione scarna su Wikipedia)

Ecco le operazioni per risolvere il tutto in meno di 10 minuti! :D

  1. munirsi di Live CD Linux (io preferisco Ubuntu ma se avete altre preferenze sono sempre ben accette!)
  2. inserirlo prima dell'avvio del pc/portatile
  3. montare automaticamente il disco del pc uno volta che Ubuntu si è caricato correttamente (basta doppio click sulla cartella relativa)
  4. installare il programma chntpw con il solito install oppure recuperarando il relativo file deb online
  5. aprire "terminal"
  6. digitare cd /media
  7. entrare nella cartella relativa all'HD appena montato (ex: cd B0352ER2543523)
  8. digitare: cd WINDOWS/system32/config/
  9. a questo punto digitare: chntpw SAM per far analizzare il file 
  10. è ora possibile eseguire un sacco di azioni carine come il reset della password direttamente con il nome utente, per esempio rilanciare il programma con chntpw SAM -u NomeUtente

Info più specifiche le trovate ovunque googlando ma questa sembrava veramente ben fatta come guida:
Change or Reset Windows Password from a Ubuntu Live CD - How-To Geek:

Commenti

Post popolari in questo blog

Problemi con Sitecom Wireless Network Modem Router Adsl2 + WL-606

Ultimamente ho avuto qualche problemino con il mio vecchio U.S. Robotics, e ho dovuto sostituirlo con un apparato simile, senza spingermi sulle reti 802.11 n che non saprei come sfruttare! Le caratteristiche sono classiche non mi aspetto certo grandissime performance, soprattutto con P2P, ma qui la situazione è ben diversa. La rete casalinga funziona bene, stabile e decisamente in linea con le attese, senza strafare si vede un po' ovunque e non ho trovato grossi problemi in installazione, ma per quanto riguarda la connessione ADSL i problemi ci sono eccome! Non so se è un problema del mio router, o se è il modello con qualche problema, ma le pagine si caricano, ma non sempre, e magari qualche pagina va e qualche altra no. Oppure inizia a connettersi carica qualcosa e poi basta. All'inizio credevo fossero i server Alice con qualche problemino, poi ho cominciato a pensare ai DNS , poi alla mia incapacità . Poi ho finito le scusanti! :D E' abbastanza fastidioso, anche per

Se l’operatore non attiva l’Adsl entro i termini stabiliti si ha diritto ad un ndennizzo

Articolo interessante su Kataweb rimandato da repubblica.it: L’operatore non attiva l’Adsl? Si ha diritto all’indennizzo - Consumi - Kataweb - Soluzioni quotidiane In linea di massima credo che un buon servizio sia dato anche da una comunicazione chiara tra fornitore e cliente. Possono servire da 3 ore a 3 anni per un'attivazione (problemi tecnici dovuti alla tecnologia) ma l'operatore DEVE essere chiaro altrimenti si rischia il gioco della promessa ricorrente all'infinito e conseguente stallo per il cliente!

Mail curiosa da sokares.flow@gmail.com (aggiornato)

Oggi ricevo questa mail: Oggetto: Pagamento Da: Maurizio Data: 13/03/2009 18.20 Inviato da outlook express... strano... boh, sinceramente puzza molto di truffa/scherzo/phishing, solite cose insomma. Solitamente mi faccio riguardo a pubblicare mail ufficili senza, almeno un minimo di sicurezza a livello di spam (almeno togliere la @ e sistituirla con AT) ma in questo caso, fino a prova contraria, questo Maurizio , proprio non lo conosco e la rete è povera di informazioni... Seguiranno aggiornamenti... Aggiornamento 14/3 Dati i commenti ricevuti stamattina si può identificare, senza dubbio alcuno, che dietro ci sta un'opera di spam, o truffa, esca per email future o qualcosa di simile. Ho provato a rispondere, con una mail creata ad hoc, vediamo cosa succede! vi terrò informati.. . Sicuramente si tratta di SPAM ... quindi, trattatela come tale (come correttamente evidenziato da Mozilla Thunderbird, segnalato nei commenti da MrKaos ), la tecnica sembrerebbe quella dell'i