Passa ai contenuti principali

Mi hanno disinstallato gogle!

No, il titolo non è errato. E' la trascrizione di una frase che un amico mi pronunciò qualche tempo fa. Già fa sorridere, ma alla fine, se ci si riflette seriamente, è vero.

Per moltissime persone google, libero etc sono le porte di internet, poi si sa che la persona tende a crearsi dei precisi modelli mentali che spieghino la realtà e, quindi, è facile semplificare internet con google, annientando il browser, la rete e talvolta riducendo il pc a questo solo utilizzo.

Nessuna critica, anzi, fa riflettere sul fatto che, per esempio, i pc oggi hanno trovato gran parte della loro ragion d'essere proprio nella grande e caleidoscopica rete che tutto avvolge.

Stamattina, scorrendo le parole utilizzate per la ricerca di un sito (che posso leggere grazie a google analytics) mi sono reso conto che il quarto elemento più ricorrente nelle ricerche era proprio il nome del sito (per esempio www.sito.com). Effettivamente l'idea della barra di ricerca sta sempre più soppiantando la barra degli indirizzi, ma questo mi sembra un po' troppo...

Commenti

  1. Confermo: si sbagliano in parecchi

    Quando spiego Internet ai corsi inizio dicendo che non fumo il sigaro ma ho sempre con me lo strumento per tagliarne la punta.
    Tutti mi guardano straniti... poi prometto di usarlo con chi confonde la barra dell'indirizzo con quella della ricerca di Google (per non parlare della Google toolbar ove presente).

    Alcuni mi prendono per pazzo. Gli altri si ricordano della differenza...
    :)

    RispondiElimina
  2. Verissimo, beh ricordo l'attimo in cui quel simpatico vecchietto ti chiese candidamente: "mi scusi, ma qui non c'è libero..." ZAAAAAAAAAK taglio netto, ma allora tutti compresero molto molto bene la differenza!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Problemi con Sitecom Wireless Network Modem Router Adsl2 + WL-606

Ultimamente ho avuto qualche problemino con il mio vecchio U.S. Robotics, e ho dovuto sostituirlo con un apparato simile, senza spingermi sulle reti 802.11 n che non saprei come sfruttare! Le caratteristiche sono classiche non mi aspetto certo grandissime performance, soprattutto con P2P, ma qui la situazione è ben diversa. La rete casalinga funziona bene, stabile e decisamente in linea con le attese, senza strafare si vede un po' ovunque e non ho trovato grossi problemi in installazione, ma per quanto riguarda la connessione ADSL i problemi ci sono eccome! Non so se è un problema del mio router, o se è il modello con qualche problema, ma le pagine si caricano, ma non sempre, e magari qualche pagina va e qualche altra no. Oppure inizia a connettersi carica qualcosa e poi basta. All'inizio credevo fossero i server Alice con qualche problemino, poi ho cominciato a pensare ai DNS , poi alla mia incapacità . Poi ho finito le scusanti! :D E' abbastanza fastidioso, anche per

Mail curiosa da sokares.flow@gmail.com (aggiornato)

Oggi ricevo questa mail: Oggetto: Pagamento Da: Maurizio Data: 13/03/2009 18.20 Inviato da outlook express... strano... boh, sinceramente puzza molto di truffa/scherzo/phishing, solite cose insomma. Solitamente mi faccio riguardo a pubblicare mail ufficili senza, almeno un minimo di sicurezza a livello di spam (almeno togliere la @ e sistituirla con AT) ma in questo caso, fino a prova contraria, questo Maurizio , proprio non lo conosco e la rete è povera di informazioni... Seguiranno aggiornamenti... Aggiornamento 14/3 Dati i commenti ricevuti stamattina si può identificare, senza dubbio alcuno, che dietro ci sta un'opera di spam, o truffa, esca per email future o qualcosa di simile. Ho provato a rispondere, con una mail creata ad hoc, vediamo cosa succede! vi terrò informati.. . Sicuramente si tratta di SPAM ... quindi, trattatela come tale (come correttamente evidenziato da Mozilla Thunderbird, segnalato nei commenti da MrKaos ), la tecnica sembrerebbe quella dell'i

Quando Repubblica fa giornalismo...

Non amo parlar male di altri siti, anche perché non ne guadagno nulla. Tuttavia oggi mi sono imbattuto in questo articolo di repubblica: Sappiamo tutti quanto vengano cliccati fondoschiena e forme invidiabili anche su questi siti di " informazione " tuttavia non capisco proprio cosa c'entri questo titolo con il contenuto. Nell'articolo si richiamano le " 13 cose che non hanno senso " il giornalista Michael Brooks . Solo una di queste parla di riproduzione e non sesso comunque. Ma non importa se si mette "sesso" nel titolo l'articolo viene letto... Il risultato più assurdo, poi, è proprio che il lavoro di Brooks viene banalizzato (sesso, morte, virus, alieni... sembra una puntata di voyager!) se invece si legge l'articolo si capisce quanto sia profondo e ponga interessanti questioni sulle regole che governano l'intero universo, costanti, materia oscura, fusione fredda etc, insomma i veri confini della scieza odierna che, in quanto